Bed and Breakfast Villa Giardinata

Storia, miti e leggende di un luogo unico

Bed and Breakfast Villa Giardinata

Il feudo e la storia di una famiglia

Miti e Leggende

La storia di questo luogo incantevole si perde nella notte dei tempi e si confonde con miti e leggende.

Villa Giardinata tra mito e storia
Villa Giardinata tra mito e storia
Villa Giardinata tra mito e storia
Villa Giardinata tra mito e storia
Villa Giardinata tra mito e storia

“La Giardinata”, risulta già in antichi atti, e viene descritto come luogo di grande bellezza, unico nel suo genere. La storia narra che Federico III d’Aragona se ne innamorò nel 1314, durante la spedizione di Roberto d’Angiò in Sicilia e volle farne dono alla Chiesa Matrice di Erice. L’allora feudo di Giardinata rimase proprietà della Chiesa per più di trecento anni prima di passare definitivamente alla famiglia Grazia, che ne è ancora oggi proprietaria.

Noi discendenti dobbiamo ciò all’amicizia sincera tra il Cappellano Reale Don Angelo Grazia e Filippo IV di Spagna che gli conferì dignità di Ciandro. Il buon canonico Don Angelo Grazia si addormentò per sempre a Madrid, il 21 ottobre 1665, con rammarico di tutta la real corte. Tale era la sua fama che i suoi resti mortali furono trasportati alla Matrice di Erice dove venne recitata l’orazione funebre.

Per ricompensare i grandi meriti e servigi di questo illustre dottore e sacerdote fu donata ai suoi più prossimi parenti il feudo di Giardinata. Un nipote, Giovanni Di Grazia, fu il primo a prenderne possesso sul finire del 1600 e da allora è appannaggio della famiglia Di Grazia.

Quando i Di Grazia acquisirono il feudo, trovarono un vero paradiso. Questo luogo era un giardino meraviglioso, dove passeggiavano liberamente i pavoni, tra palme e piante di ogni genere e tutto ciò che vi si coltivava rendeva molto più che in altre zone. La sua conformazione collinare favoriva (e favorisce tuttora) il raccoglimento delle acque piovane. Fino al secolo scorso esistevano ben sette pozzi: un’oasi di acqua in una terra tradizionalmente arida.

Vista la reggia trazzera che lo attraversava completamente, fu edificata una torre d’avvistamento, poi alcune camere, poi ancora un mulino con una macina ancora esistente e visibile dai nostri ospiti. Fu da quella torre che un tristissimo giorno, il 28 aprile 1839, disperato per un amore allora impossibile, decise di recidere la sua ancora giovane vita l’ultimo glorioso Giovanni Di Grazia.
Giardinata è la zona collinare nella campagna trapanese e valdericina più distante dal mare, e insieme la più alta su cui ci si possa recare. In poche parole è come il palco di un teatro il cui proscenio è rappresentato dal Monte Cofano, Erice, Trapani e l’arcipelago delle sue tre isole, Levanzo, Favignana e Marittimo.

Per questo da Giardinata si godono quotidianamente tramonti sul mare e panorami di straordinaria bellezza.

Villa Giardinata Trip Advisor Ospitalità Italiana